Diplomato nel 2008 presso la Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, continua la sua formazione frequentando laboratori tenuti da maestri internazionali come Theodoros Terzopoulos, Cèsar Brie, Rafael Spregelburd  e Jean-Claude Penchenat.
 
Inizia la sua attività professionale a 23 anni al Teatro Outoff di Milano con il dramma Pasqua di August Strindberg diretto da Monica Conti. Il ruolo è quello di protagonista, Ellis Heyst. 
Negli anni ha la possibilità di lavorare su drammaturgie contemporanee come "Freddo" di Lars Norén, prodotto da ERT, "Viva l'Italia, le morti di Fausto e Iaio" di Roberto Scarpetti prodotto dal Teatro dell'Elfo, "Il Turista" di Bruno Fornasari prodotto dal Teatro Filodrammatici, "Un altro Amleto" di Magdalena Marile prodotto da Triennale Teatro dell'Arte e "L'Albergo del Libero Scambio" riadattato da Davide Carnevali prodotto dal Teatro Stabile di Torino.

Nel 2015 segue Cèsar Brie in tournè in Argentina interpretando il ruolo di Dimitrij in "Karamazov" e recitando in spagnolo. 
In quell'occasione ha l'opportunità di conoscere lo straordinario e innovativo panorama teatrale "Porteño", seguire un laboratorio tenuto da Rafael Spregelburd e collaborare alla creazione di numeri per il Cafè Concert del Banfield Teatro Ensamble di Buenos Aires. 

Davanti alla macchina da presa lavora, tra gli altri, con Andrea Cecchi , Olivier Assayas nel premiato lungometraggio di produzione francese Apres Mai (Qualcosa nell'aria) e ha l'occasione di lavorare in una scena de il Capitale Umano di Paolo Virzì.

In televisione ha collaborato con Antonio Albanese in vari scketch comici per il programma Che Tempo Che Fa e qualche anno più tardi lavora ad alcuni numeri nel il programma televisivo Le Invasioni Barbariche condotto da Daria Bignardi

Nelle ultime stagioni teatrali ha collaborato con la compagnia torinese Il Mulino di Amleto, con la quale ha avuto la possibilità di confrontarsi con un importante ruolo della drammaturgia classica: Alceste , Il Misantropo di Molière.